A chi importa di Klout?

Verità e finzione:

Verità: Tutti hanno la capacità di influenzare il proprio network

L’industria turistica e alberghiera vanta un seguito sociale eclettico, conservatore, allegro, introverso, di buon senso, dedito alla famiglia, sexy e single, altamente influente. Brulicante di nuovi visitatori, viaggiatori frequenti, locali, sposi, professionisti e pensionati. Le nostre reti sociali collettive sono sufficientemente diversificate per collegarci con potenziali e credibili ambasciatori del nostro marchio da qualsiasi segmento di mercato che si possa immaginare. Giusto?

Quindi perché tutto questo clamore per Klout?

Finzione: Tutte le persone influenti sono state create uguali

Ed è qui che entra in azione il genio di Klout.com

I Klout Scores  sono uno strumento di misurazione che permette di capire l’influenza online di una persona basandosi sulla abilità di guidare l’azione nei networks sociali. Il sistema raccoglie dati basandosi sul tuo impatto sui social networks, fornendo un punteggio giornaliero su una scala da 1 a 100. Il punteggi si basa su 3 concetti principali: il numero di persone che influenzi (quanti followers o amici hai), quanta influenza hai su di loro (cliccano sui tuoi links? Commentano o linkano i tuoi post?), e quanto sono influenti le persone nel tuo network. “La nostra abilità ed il nostro desiderio di capire [fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][il nostro impatto sul network], e la necessità ed il mercato per tutto ciò, sono i motivi dell’esistenza di Klout,” spiega Joe Fernandez, Fondatore e CEO di Klout.

Klout.com fornisce anche rapporti che comparano i Klout Scores peer-to-peer, influente–a-influente, business-to-business. Di conseguenza, è possibile avere accesso a dati importanti relativamente alla competizione, a chi sono le persone più influenti online, e conoscere i contenuti più cliccati. I viaggiatori possono anche cercare le persone più influenti o gli argomenti più popolari, compresi gli hotels: http://klout.com/topic/hotels

Il redattore di Wired, Seth Stevenson, ha di recente chiesto al product director di Klout, Chris Makarsky, come fare a migliorare il proprio punteggio su Klout. Gli è stato detto di pubblicare tweets più spesso, di concentrarsi su un argomento e di mantenerlo vivo, e di sviluppare un rapporto online con membri influenti di Klout che potrebbero aiutarlo ad ampliare anche la sua influenza.

Sicuramente ci vuole costanza e impegno. Fortunatamente, i business ed i consumatori che investono queste risorse nel social media management stanno avendo un ROI – ritorno sull’influenza – considerevole.

Tenere sotto controllo e migliorare il punteggio Klout del tuo brand è una ottima tattica per alimentare il successo marketing sui social media.

Verità:  Klout si è evoluto in uno strumento di social media marketing con vantaggiose implicazioni sia per gli hotels che per i consumatori.

Klout ti può fornire un nuovo ponte per entrare in contatto con i tuoi clienti. E’ anche utile nel rivelare il potenziale del cliente come network di trasmissione. Ti ricordi quando i cittadini giornalisti sono diventanti un fenomeno grazie ai telefonini con fotocamera e alle piattaforme open source per blog? Bene, oggi abbiamo cittadini che agiscono come network di trasmissione – ambasciatori latenti che possono raggiungere una audience misurabile, sono semplicemente in attesa di buoni motivi per aumentare l’influenza e la reputazione del tuo brand.

Dal punto di vista di un viaggiatore, Klout oggi ospita albergatori, brand dell’ospitalità e linee aeree. I brand più intelligenti offrono upgrade gratuiti agli utenti Klout i cui punteggi dimostrano la capacità di creare conversazioni influenti sui viaggi. I franchise possono usare Klout per monitorare le conversazioni, e realizzare promozioni su misura per specifiche proprietà in specifiche aree.

Finzione: I programmi fedeltà che non riescono a tenere il passo con l’influenza dei social network e le tecnologie correlate, continueranno ad avere importanza per i viaggiatori

Questi programmi ormai datati perdono terreno con ogni nuovo avanzamento degli algoritmi sociali. Ma stare in sintonia con le nuove tendenze social media come Klout e applicarle con profitto alla strategia di business di un hotel richiede un notevole investimento di tempo, relazioni e risorse. Puoi prendere in considerazione una partnership con una società di marketing in grado di colmare il divario tra i social media e l’ospitalità. Espandi i tuoi programmi di fidelizzazione con strategie di e-marketing integrate che includono applicazioni per prenotazione sociali, applicazioni web e mobili, promozioni di vendita flash, distribuzione di contenuti foto, e servizio clienti online a 5 stelle.

Con le prenotazioni di viaggi on-line destinate a crescere due volte più velocemente del mercato totale, superando 313 milioni dollari entro il 2012, Klout può svolgere un ruolo chiave nella navigazione del processo decisionale per la prenotazione di un hotel, secondo il paradigma prezzo, qualità e posizione. Gli scambi sui social media forniscono un punteggio di soddisfazione, una validazione e ora anche un riferimento personale contro il rating di qualità.

Verità: Gli hotels che per primi hanno incorporato Klout all’interno delle loro strategie di marketing hanno ottenuto risultati interessanti

Palms Las Vegas Klout

Nel 2010, il Palms Casino Resort di Las Vegas ha esaminato i punteggi degli ospiti che effettuavano il check in ed ha automaticamente dato un upgrade a quelli che risultavano più influenti – molti ospiti non avevano idea delle motivazioni dell’upgrade. Tra i casino hotel di Las Vegas, il Palms è passato dal 17 posto al 3 posto per numero di followers su Facebook. Il Palms ha uno dei migliori punteggi su Klout tra hotels con le stesse caratteristiche. Oggi, continua la partnership con Klout, offrendo servizi esclusivi per i membri del “Klout Klub”, e quest’anno ha anche organizzato un evento speciale al CES,  in collaborazione con il sito social media.

All’aeroporto di San Francisco la Cathay Pacific ha aperto le lounge First e Business agli utenti Klout con punteggi superiori a 40. Virigin America ha offerto voli gratuiti agli utenti Klout con i punteggi più alti.  Il Trivandrum Hotel ha aggiunto dei Klout Coupons alla propria pagina Facebook.

In Febbraio, il gigante Salesforce.com ha introdotto un servizio che permette alle aziende di monitorare il punteggio Klout dei clienti che inviano tweets di complimenti o lamentele; scommettiamo che quelli con i punteggi più alti godono di speciali attenzioni da parte del servizio clienti?

Il futuro di Klout è nelle mani dei consumatori e nella capacità del marketing dei brand di essere sempre più creativo. Dando ai consumatori il ruolo di diffusori e trasmettitori, Klout è in lizza con concorrenti come Kred e PeerIndex per creare qualcosa di simile ai rating di Nielsen per le interazioni sociali online. Se gli hotels si rivolgono alla propria audience offrendo contenuti di un certo livello, entrambi ne potranno trarre beneficio. Gli esperti di marketing alberghiero più innovativi possono stare un passo avanti a tutti basandosi su quanto riescono ad ispirare e premiare i consumatori per il loro impegno, la loro azione e la loro influenza. Il punteggio per l’influenza fornisce agli albergatori un punto in più per prendere decisioni migliori.[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Hotels che si danno da fare: 15 Grandi Esempi di Servizi Straordinari che si sono guadagnati l’attenzione dei Social Media

Articolio di Josiah Mackenzie, su ReviewPro

“I social media alzano la posta per il servizio clienti.”

E ‘stata una delle intuizioni più importanti del recente Global Customer Service Barometer [fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][PDF] condotto da American Express – gli utilizzatori esperti dei social media che sono soddisfatti del servizio clienti di una società affermano di potere spendere il 21% in più su queste società. Lo scorso anno, i dirigenti alberghieri riuniti al  Reuters Global Luxury and Fashion Summit  hanno parlato del modo in cui, per avere successo oggi ,”si stanno allontanando dalla idea degli omaggi come lozioni e saponi per andare verso un servizio attento che riflette una reale comprensione delle preferenze degli ospiti“.

Il collegamento tra il servizio e la performance economica ispira tutto quello che facciamo qui a ReviewPro. I nostri social media e le analisi delle recensioni sono realizzati per aiutare gli hotels nostri clienti a capire meglio i propri ospiti – fornendo una migliore esperienza di viaggio che alla fine ripaga anche l’hotel. Un servizio notevole aumenta gli incassi, favorendo la fidelizzazione e il passaparola.

Il servizio clienti è sempre stato un requisito fondamentale per il successo nella industria alberghiera, ma nell’era dei social media, dove tutti possono essere editori, c’è un ulteriore valore di marketing nel fornire un servizio straordinario. Bisogna soddisfare un livello basilare, ma anche cercare di creare “qualcosa di cui parlare”.

Ecco una collezione di esempi interessanti che mi è capitato di vedere e che potrebbero esservi di ispirazione…

Gli Andaz Hotels danno un benvenuto particolare agli ospiti

Andaz, brand di Hyatt, ha sostituito i tradizionali impiegati al banco reception con personale specializzato (hosts) che circola nella hall per dare il benvenuto agli ospiti appena arrivano. Joe Brancatelli, giornalista esperto in business travel, ha raccontato:

Vieni invitato a sederti e ti viene offerto in omaggio un bicchiere di vino o un caffè (gli hotels Andaz hanno un servizio di barman sempre disponibile in tutte le hall).  L’host completa quindi l’operazione di check-in su un tablet. Una volta terminato il drink o il caffè, vi accompagna alla vostra camera.

“Andaz vuole fornire un grande servizio in maniera informale,” dice Toni Hinterstoisser, general manager di Andaz on Wall Street. “Il lavoro di un host è molto diverso da quello di un impiegato al banco della reception. Deve essere come un direttore d’orchestra. Deve anticipare le necessità dell’ospite durante il check in, farlo sentire rilassato ed essere un punto di riferimento in caso di necessità.”

Sembra che questo nuovo approccio sia stato ben ripagato – entrambi gli hotels Andaz di New York sono entrati nella top ten degli hotels della città, secondo le recensioni online fornite dagli ospiti [ReviewPro research].

Libro Instagram Moments allo Sheraton di Bratislava (Starwood)

Jen Pollack, fotografa e blogger di viaggi, ha ricevuto un libro intitolato “Instagram Moments” quando ha soggiornato presso lo Sheraton di Bratislava.

Mi è stato consegnato con un biglietto che diceva: “ Sappiamo che  a Jennifer piace fare fotografie con Instagram, quindi pensiamo che potrai gradire questa selezione di 25 scatti di Bratislava …;)”. E’ un ottimo esempio di un gesto semplice che fa la differenza.

Servizio Personalizzato con un Feedback su Facebook al Ritz-Carlton di Napoli

Il Ritz-Carlton Resort di Napoli ha chiesto ai propri fans su Facebook come gradiscono il loro caffè. Se avete risposto, e poi soggiornate presso di loro, il vostro caffè arriverà perfettamente zuccherato – senza doverlo chiedere. E’ un piccolo dettaglio che può essere utilizzato anche in altri modi, come potrete vedere nel prossimo esempio…

Accor migliora la fidelizzazione con i social media 

Secondo Nancy Trejos di USA Today, gli Accor Hotels hanno sperimentato qualcosa di molto interessante nelle loro sedi Sofitel e Novotel di Philadelphia, Chicago, New York and Washington, D.C – identificando i clienti più fedeli che hanno soggiornato in  uno di questi hotels durante il mese, e poi verificando i profili pubblici sui social media per capire gli interessi dei clienti. E’ stato quindi scelto un omaggio per “portare il riconoscimento degli ospiti ad un nuovo livello, un livello più alto”, dice Magali Jimenez Bervillé, direttore e-commerce North America per Accor.

Qualche esempio?

  • Per l’ospite che ama la cucina raffinata, un tour di un giorno dietro le quinte del Tru di Chicago con una notte presso il Sofitel Chicago Water Tower.
  • Per il cliente che ama pescare, una uscita di pesca nella Baia di San Diego.
  • Per l’ospite con la passione per le auto di lusso, un voucher per guidare una Ferrari o una Lamborghini.
  • Per il cliente che ama i trattamenti di bellezza, una giornata alla Hela spa di Washington, D.C., più una notte all’hotel Sofitel.
  • E per l’ospite tifoso di sport,   biglietti VIP per una partita di hockey fra i San Jose Sharks e i Red Wings.

Servizi  divertenti e gratuiti ai citizenM Hotels

Gli hotels citizenM sono riusciti a capire cosa desiderano i loro clienti e ad offrirlo. Oltre al wi-fi e ai film gratuiti, stanno continuamente aggiungendo nuovi servizi. Per esempio, quando ho soggiornato in uno dei loro alberghi ad Amsterdam lo scorso autunno, servivano ai clienti piatti omaggi di pollo al curry prima che uscissero per la serata in città. Ho fatto una foto e l’ho condivisa con i miei amici su Facebook – e la uso ancora come esempio nelle presentazioni.

Un Menu per dormire al Conrad Chicago

Certi hotels offrono un menu di cuscini tra cui scegliere, ma il Conrad Chicago è andato oltre, offrendo un menu completo di cuscini, tisane alle erbe, cioccolata per conciliare il sonno, trattamenti idratanti h20, maschere all’acqua termale, macchine con suoni per favorire il sonno – e molto altro.

Hanno anche realizzato un sito web separato: ConradChicagoSleepMenu.com

Playlist musicale per il Morgans Hotel Group

Molti hotels guardano alla musica come un elemento essenziale per una buona esperienza – ed un modo per creare una atmosfera per i viaggiatori. Ma non il Morgans Hotel Group. Hanno infatti realizzato una playlist per ciascuno dei loro hotels.

Tatuaggi all’Andaz 5th Avenue

Jonathan Frolich, general manager di Andaz 5th Avenue a Manhattan, si è impegnato a presentare la cultura newyorkese agli ospiti. Secondo questo articolo della CNN, “Il suo team ha commissionato ad artisti di strada una serie di graffiti per decorare le pareti dell’hotel, ed ha offerto ai propri ospiti l’opportunità di saltare una lunga lista d’attesa per fare un tatuaggio dal famoso artista Mister Cartoon, che annovera tra i suoi clienti Beyoncé e Justin Timberlake.”

“Anni fa, gli hotels più famosi presentavo la cultura, ed erano ambasciatori di quello che la città aveva da offrire dal punto di vista artistico. Questo impegno e questo collegamento è venuto a mancare per diversi anni– adesso stiamo cercando di farli rinascere .” – Jonathan Frolich

Informazioni sulle destinazioni da Mandarin Oriental

Mandarin Oriental Hotel Group porta i contenuti marketing ad un nuovo livello con Destination MO – la loro rivista online. I lettori troveranno di tutto, dai suggerimenti delle celebrità a come trovare il “momento” perfetto in una città.

Suggerimenti Personali da Hilton

Vanessa Sain-Dieguez  guida un team in Hilton Worldwide per gestire l’account Twitter @HiltonSuggests.

Lavorano senza sosta per fornire consigli e suggerimenti in tempo reale, basati su domande e idee raccolte sui social media. Raccomandano anche hotels della concorrenza, qualora non abbiano una sistemazione che soddisfa le esigenze di una persona nella loro audience.

Tutte le raccomandazioni provengono da esperienze personali. Spiega Britnee Johnson di Digital Royalty:

Hilton Suggests comunica solo attraverso Twitter, per aiutare le persone a trovare tutto ciò che può rendere migliore la loro esperienza di viaggio. L’organizzazione del servizio clienti fa sapere agli utenti che tutti i suggerimenti sono basati sulle opinioni personali e l’esperienza dei membri del team.

Per esempio, qualcuno potrebbe chiedere quali sono i posti migliori per fare una passeggiata e cenare nell’area di Los Angeles e @HiltonSuggests risponderà citando posti conosciuti dai membri del team, come il molo di Santa Monica e Venice Beach.

Servizio concierge su video agli InterContinental Hotels

Nel 2007, gli Hotels InterContinental hanno cominciato a creare dei video con i concierge degli hotels, per offrire informazioni sulle destinazioni. Ecco Domenic Alfonzetti, Chief Concierge presso InterContinental New York Barclay ,mentre vi mostra un insider tour di New York:

InterContinental ha anche provato a fornire il servizio  concierge attraverso live video chat su Skype o su Apple Facetime, per fornire un livello più alto di servizio attraverso i canali digitali.

Concierge Olografico agli Aloft Hotels

Non si tratta di Tupac al Coachella Festival, ma gli  Aloft Hotels di Starwood stanno mettendo alla prova una tecnologia di stampo Star Trek per dare agli ospiti un nuovo modo di accedere alle informazioni e alle offerte dei business locali.  Nella hall degli Aloft Hotels, una immagine olografica viene proiettata su una forma raffigurante una persona. Gli ospiti possono usare il loro smartphone per scaricare e salvare le informazioni.

Caccia al Tesoro al  Palomar di San Diego

Per aiutare gli ospiti ad esplorare la città di San Diego, il Palomar, un Hotel Kimpton, ha creato una caccia al tesoro che è diventato anche un concorso sui social media. I partecipanti hanno usato gli indizi forniti con la applicazione mobile Friends, e poi hanno condiviso le foto degli oggetti trovati.

“Pensiamo che sia il modo perfetto per fare divertire i partecipanti e far loro sperimentare tutte le bellezze e gli angoli più nascosti di San Diego, oltre ad avere la possibilità di vincere dei premi interessanti. Ci sembra che sia la svolta creativa del nostro programma ‘Live Like a Local’, che fornisce agli ospiti l’esperienza della vera San Diego,” dice Mark Van Cooney, general manager dell’Hotel Palomar di San Diego.

Aggiornamenti Facebook dall’ Ushuaia Beach Hotel

L’ Ushuaia Ibiza Beach Hotel ha utilizzato la tecnologia RFID in modo interessante: ha realizzato dei braccialetti sincronizzati sul profilo Facebook degli ospiti. Indossando i braccialetti gli ospiti possono effettuare il check in nelle varie zone del resort ed aggiornare il proprio status (eg, “sto ballando all’Ushuaia”).  Posso anche ricevere sul loro Facebook newsfeed le foto scattate ai vari eventi.

I risultati di marketing sono stati davvero notevoli.

Foto gratuite in cima alla montagna da pubblicare su Facebook ai  Vail Resorts

Tutti i fanatici di sport invernali vorrebbero una loro foto in cima ad una montagna, i fotografi professionali hanno sfruttato per anni questo desiderio, chiedendo tariffe esorbitanti. I Vail Resorts hanno offerto una alternativa – scattare foto in cima ad una montagna da postare gratuitamente su Facebook e Twitter. E’ un modo davvero unico di fornire un servizio ai propri ospiti – aumentando allo stesso tempo la visibilità del brand.

E tu, che servizi innovativi hai in mente?

Quello appena descritto è sicuramente un mix molto vario di modalità con cui gli hotels cercano di fornire servizi unici e speciali. Ma sia che tu lavori in un piccolo hotel indipendente o in un grande albergo di un famoso brand internazionale, spero che ti sia di ispirazione per capire come creare una esperienza memorabile in modo creativo.

Fonte Articolo: ReviewPro 

Immagini: ReviewPro[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Social Reporting: Come impiegare il nuovo strumento di Google Analytics

I nuovi strumenti di statistiche social media di Google Analytics fornisce ai marketer possibilità gratuite di monitoraggio e misurazione dei loro social media.

Le nuove funzioni di segnalazione forniscono il valore maggiore quando sono messe assieme a Google+.

In questo modo, i community manager ottengono informazioni sulle attività al di fuori della pagina in quanto Google Analytics e Google+ sono felicemente integrati.

Il rintracciamento dell’attività sociale off-site è soltanto una delle nuove funzioni che piaceranno tanto ai manager.

Dai un’occhiata agli altri report evidenziati di seguito e scopri come le aziende possono utilizzarli al meglio per determinare il valore dei social media.

Questo articolo spiegherà come utilizzare le nuove funzioni di statistiche di Google Analytics allo scopo di valutare e misurare le tue campagne social media.

#1: Il Social Visitors Flow

La nuova funzione aggiunta Social Visitors Flow è una presentazione visiva di come i visitatori provenienti da social network navigano sul tuo sito. Presumendo che lo scopo della tua campagna social media sia ottenere più traffico per il tuo sito web, questo report ti fa capire velocemente quale piattaforma sociale manda più traffico al tuo sito web e cosa fanno i tuoi visitatori sociali una volta sul sito.


Il grafico sottolinea i principali referrer social, le principali landing page e anche il rate di drop-off della pagina. Mettendo a confronto il rate di drop-off del traffico sociale con altre fonti di traffico, puoi determinare quali referrer mandano al tuo sito i visitatori più qualificati.

Dopo aver trascorso qualche minuto analizzando questa metrica nei vari canali di traffico del sito, è chiaro che i visitatori provenienti da LinkedIn e Facebook trascorrono più tempo sul sito rispetto ai visitatori provenienti da una campagna molto costosa su Google AdWords.

“Avere un confronto dei ratei drop-off su tutti i canali aiuta ottenere un livello di comprensione più profondo di cosa funziona e cosa non funziona”, dice Melissa Barker, autrice di Social Media Marketing: A Strategic Approach. “Conoscendo il numero di visite inviato singolarmente da ogni canale non è sufficiente per ottenere il vero successo dei tuoi messaggi.”

Il resoconto di Social Visitors Flow evidenzia anche una seconda, terza, quarta e quinta interazione dell’utente. Studiando queste interazioni, puoi velocemente determinare cosa cercano i visitatori sul tuo sito e se ritorneranno.

#2: L’attività off-site – il Social Data Hub

Google collabora con molti social network per fornire agli utenti Google Analytics dati di navigazione off-site includendo +1 e commenti. La lista completa dei partner Social Data Hub può essere reperibile sui forum Google Developers, alcuni partner importanti essendo Blogger, Disqus, Meetup, Google+, Digg, Delicious, Reddit e molti altri.

Navigando alle fonti sociali del tuo sito web in Google Analytics e in seguito andando alle piattaforme specifiche supportate da Social Data Hub, puoi ottenere informazioni concernenti i contenuti che creano più coinvolgimento sociale.

Precedentemente, questi dati statistici off-site sono stati difficili e costosi da catturare, impegnando strumenti esterni.

L’attività Google+ è completamente integrata con Google Analytics e i dati off-site per la piattaforma sono sbalorditivi. Le aziende possono scoprire il numero totale di +1, commenti, post e condivisioni su Google+, assieme a una divisione di queste metriche in post individuali.

#3: Activity Stream

Il Google Analytics Social Reports Activity Stream è VERAMENTE utile! Anche se, sarebbe ancora meglio se Facebook e Twitter fossero inclusi in esso, perché in tal caso sarebbe una piattaforma integrata di monitoraggio per i più popolari canali sociali.

Questa funzione ti permette di monitorare alcuni dei canali meno evidenti come Digg, Read It Later, Echo, Delicious, etc. Con un clic, puoi vedere chi ha interagito con i tuoi contenuti.

Questa funzione è divisa in Conversazioni ed Eventi. Le Conversazioni includono contenuti condivisi, commenti e nuovi post di chiunque sul social network in questione. Gli Eventi includono +1, segnalibri, voti, salvataggi, ecc.

L’Activity Stream ti permette di vedere statistiche individuali dei post/pagine, il contenuto su Google+ Ripples, il contenuto vero e proprio e l’attività sociale. Attraverso un solo clic, puoi andare all’interazione e rispondere, seguire l’utente e monitorare le conversazioni concernenti i tuoi contenuti.

Secondo il team di Google Analytics, l’Activity Stream è in tempo reale al minuto, quindi vedrai le interazioni più recenti e avrai la possibilità di rispondere immediatamente. Questo è stato un problema per molto tempo con altre piattaforme di monitoraggio – non hanno la capacità di offrire questo sguardo in tempo reale, quando è il più rilevante.

#4: Valore Sociale A Colpo D’Occhio

Le funzioni di resoconto Social Overview di Google offrono un semplice grafico evidenziando ciò che chiamano Valore Sociale. Per ottenere il massimo da questo resoconto, dovrai impostare le “conversioni” o SCOPI all’interno dell’account Google Analytics.

Con pochi clic, puoi velocemente iniziare a monitorare come il traffico sociale aiuta a portare conversioni sul sito o eventi. Questo può includere conversioni evidenti come un acquisto online o l’invio di un modulo, però può anche includere micro-conversioni come le visualizzazioni video o le visite blog. Google ti permette di definire gli scopi in base ad alcuni fattori:

  • La destinazione URL – Ad esempio, un utente che viene rimandato su una pagina acquisti o di ringraziamento  di un modulo compilato
  • La durata della visita – In base a una determinata quantità di tempo trascorso sul sito
  • Le pagine visitate – In base al numero di pagine del sito visitate
  • Evento – In base alle azioni dell’utente come le visualizzazioni video, download o click

Se hai impostato un valore monetario per la conversione del tuo sito web, puoi inserire questi dati quando imposti lo scopo all’interno di Google Analytics. Ora sei armato di una reale quantità di dollari o Valore Sociale per i tuoi canali social media.

#5: Le statistiche Assisted vs. Last Interaction e il resoconto Multi-Channel Funnel

Ormai da anni, le statistiche hanno messo in dubbio i limiti del “last-click attribution” e il bisogno di un modello più robusto per misurare accuratamente il comportamento online dell’utente. Se stai misurando l’efficacia della tua campagna social media in base al modello last-click, molto probabilmente stai sottovalutando il vero impatto delle tue campagne.

Ora Google Analytics ha reso più facile che mai scoprire quali canali sociali hanno contribuito alle conversioni aggiungendo questa opzione sottoforma di pulsante sotto il resoconto Social Conversions. Google definisce una conversione assistita come:

Il numero (e valore monetario) delle vendite e conversioni che il social network ha assistito. Un assist avviene quando qualcuno visita il tuo sito, se ne va senza convertire, ma ritorna più tardi per convertire durante le visite successive. Più alti sono questi numeri, più importante è il ruolo dell’assist del social network. Finché un utente completa la conversione entro 30 giorni, Google Analytics può rintracciare il percorso di quella conversione dal primo all’ultimo clic e ovunque in mezzo. Hanno mostrato questi dati visivamente nel resoconto Multi-Channel Funnel. Naviga semplicemente a Conversions e poi clicca su Multi-Channel Funnels.

Con un clic, puoi determinare quali canali assistono con più conversioni e determinare i più importanti percorsi di conversione.

Google Analytics offre fino a otto semplici gruppi di canali, includendo di default uno per tutti i canali sociali. Con soli pochi clic, è possibile personalizzare questi gruppi per avere statistiche ancora più dettagliate.

Ad esempio, posso creare gruppi separati per Facebook, Twitter e LinkedIn, quindi determinare velocemente quale campagna sociale ha assistito con più conversioni portando il più alto ritorno sugli investimenti.

Questi sono soltanto alcuni esempi di statistiche che possono essere ottenute dai nuovi Social Reports di Google Analytics.

Le funzioni di monitoraggio sociale assieme alla potenza di Google Analytics e Google+ forniscono ciò che i marketer social media hanno sempre desiderato – un modo semplice di monitorare il valore del social media dall’attività off-site del social network fino a quel clic finale sul pulsante Acquista Ora sul tuo sito web.

Che ne pensi? Come utilizzi Google Analytics per poter determinare il valore delle tue campagne social media? Sei pregato di commentare con i tuoi migliori consigli di monitoraggio e misurazione.

NOTE SULL’AUTRICE, Lisa Peyton

Lisa è un leader nel campo del marketing digitale. Residente a Portland, Oregon, svolge il lavoro di editrice presso ThoroughlyModernMarketing.com. I suoi servizi includono consulenze concernenti le strategie di contenuti e social media.

Fonte Articolo: SocialMediaExaminer

Immagine: ViralBlog

Twitter e le Agenzie di Viaggio Online

twitterUn articolo sul mondo di Twitter di Search Engine Land (sito specializzato sull’ottimizzazione di motore di ricerca) parla dell’industria del turismo, che, secondo l’articolo, ha un’alta percentuale di coinvolgimento sull’ormai famosissimo servizio di microblogging.

Non c’e’ veramente una maniera giusta o sbagliata di usare Twitter, solamente un arma in più per raggiungere i tuoi scopi. In ogni caso quando le compagnie di viaggio usano Twitter cadono principalmente in 3 categorie.

– Coinvolgimento della Comunità e Costumer Service
– Canale Distributivo per notizie, articoli ed informazioni.
– Canale di Vendita dedicato

Non c’e’ da sorprendersi che gli account di alcuni degli agenti di viaggio più seguiti su Twitter  (in alcuni casi con più di 1 milione di “followers”) si possono includere nella categoria “Comunità e Costumer Service”; esempi di questi agenti sono @jetblue, @southwestair e @alaskaair. Canali tradizionali di informazioni come @LATimestravel, @nytimestravel e @TravelMagazine usano invece Twitter per la distribuzione dei loro articoli online. Un’interessante variante di questa metodologia é usata da @EmiratesAir che pubblica Twitter links a pubblicazioni ed articoli su Emirates Airlines. Esempi di “Canali di Vendita” sono rappresentati da @Expedia che pubblica attivamente nuove offerte dal proprio sito.

Sorgente Articolo: Search Engine Land