[Purtroppo] Le Recensioni False online sono in Aumento

Secondo  Gartner, una azienda che si occupa di ricerca IT, entro il 2014  il 15% delle recensioni online saranno fasulle. Specialmente per quanto riguarda il settore del turismo, gli operatori devono agire per proteggere la reputazione online del proprio brand.

Nel settore del turismo e della ospitalità, i commenti contraffatti e le recensioni fasulle hanno danneggiato i siti di recensioni online come Tripadvisor o Yelp fin dall’inizio e ancora oggi rappresentano il problema più grande che i brandi Recensioni False Tripadvisor(e i clienti) hanno con questi siti. Gartner ha pubblicato una ricerca lo scorso luglio intitolata “The Consequences of Fake Fans, “Likes’ and Reviews on Social Network” che ha mostrato come molti operatori offrano denaro, promozioni o sconti per ottenere recensioni positive o per fare scrivere recensioni negative.

Ma perché un brand si dovrebbe preoccupare delle recensioni false? Prima di tutto perché i siti di recensioni oggi hanno un ruolo fondamentale nel processo decisionale dei viaggiatori. Secondo la ricerca di Google The Traveler’s Road to Decision (che trovi di seguito, subito dopo questo articolo), pubblicata ad agosto 2012, la lettura delle recensioni è la quarta attività più popolare per chi viaggia sia per affari che per piacere.  Tripadvisor ha oltre 60 milioni di visitatori unici al mese e conta più di 75 milioni di recensioni, ed è un punto chiave nel dirigere il traffico e nel formare l’opinione sui brand.  A conferma di tutto ciò, una ricerca di Forrester, commissionata da Tripadvisor nel 2011, ha rilevato che l’81% dei viaggiatori trova fondamentali le recensioni quando si tratta di scegliere un hotel in cui soggiornare.

Fonte Articolo: HotelMarketing, Immagini: EverythingPR, BibleDaily

Di seguito, un analisi di Google sulle abitudini di pianificazione viaggio online degli utenti nel 2011. ThinkwithGoogle.

Tripadvisor si da una ripulita: rimuove la “Lista degli Hotels più Sporchi” e sceglie di accentuare gli aspetti positivi degli hotels

Non aspettarti che Tripadvisor riproponga la sua lista annuale degli Hotels più Sporchi. Anche se ha di recente vinto una causa di diffamazione contro l’hotel che era in cima alla lista nel 2011, non ci sono piani per una lista nel 2012 o nel 2013.

“Vista la crescita globale di Tripadvisor, ci stiamo ora dedicando a riconoscere le migliaia di proprietà che offrono ai viaggiatori grandi standard qualitativi, con un numero sempre più alto di premi e categorie Traveler’s Choice e programmi per il Certificate of Excellence,” dice il portavoce di Tripadvisor, Kevin Carter.

In altre parole, Tripadvisor, che ha pubblicato la Lista degli Hotels Più Sporchi per ben 5 anni, a partire dal 2006, e si è quotata in borsa nel 2011, ha scelto di sottolineare gli aspetti positivi, nell’interesse della relazione con gli hotels.

Fonte: Skift

Un passo genuino nella strada di venire incontro alle critiche che gli muovono dagli albergatori di tutto il mondo, o un temporaneo escamotage per placare l’opinione pubblica? Tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti di seguito!

Marketing Alberghiero su Tripadvisor (Gratuito): Come acquisire più clienti utilizzando i forum viaggi di TripAdvisor

N.B. Questo è un articolo guest scritto da Mark Hayward, uno specialista di marketing alberghiero e turistico e scrittore freelancer.

Stai cercando più clienti per il tuo albergo o per la tua impresa turistica?

Che tu sia un utente TripAdvisor di vecchia data o che tu ti sia appena registrato come proprietario e hai iniziato a beneficiare delle risorse messe a disposizione, come lo strumento di gestione delle risposte e la capacità di caricare foto, ecc., dovresti anche sfruttare al massimo i forum di TripAdvisor.

Forum Viaggi Tripadvisor

Circa cinque anni fa ho acquistato alle Caraibi un piccolo albergo defunto che non aveva clienti, entrate e sicuramente nessuna presenza online o di marketing.

Con un pesante pagamento mensile del mutuo da eseguire, ho deciso di apprendere tutto quello che potevo su come creare un’impronta sociale per la mia nuova attività.

Una buona parte della mia strategia sociale – assieme al blogging, alla creazione di foto e media, e marketing via email – ha incluso rispondere alle domande ed essere continuamente attivo sui forum di viaggi.

Negli anni, i miei sforzi sui forum sono stati indubbiamente premiati con un incremento delle richieste di soggiorno e clienti paganti. Forse, ancora meglio, tanti nuovi clienti commentano sul fatto che, grazie alla nostra interazione online, si sono sentiti come se ci “conoscessero” già.

Interagire online costantemente con i viaggiatori è una chiave per il successo, e i forum sono posti favolosi per iniziare a interagire online con potenziali clienti.

Il successo derivato dai forum richiede una strategia lungo-termine costante

Che tu possieda un bed and breakfast di sei camere o un mega resort di 1000 camere, essere attivo sui forum viaggi di TripAdvisor è un ottimo modo per sviluppare la propria reputazione e coltivare relazioni con potenziali clienti nuovi e vecchi.

Stai attento, comunque, che le comunità online sono come qualsiasi situazione sociale del mondo reale – non puoi semplicemente arrivare lì come un ospite non annunciato, mettere un annuncio stile spam, e poi aspettarti di essere preso in considerazione.

Questo sarebbe anche contro le policy di TripAdvisor. Piuttosto, il tuo scopo dovrebbe essere costruire forti legami che portano affari in modo indiretto.

Costruire la fiducia all’interno dei forum è un processo che richiede tempo e generalmente è determinato da quanto tempo sei membro e il valore che hai portato all’interno dei forum.

Per i migliori risultati, trascorri almeno un paio di settimane (o preferibilmente un paio di mesi) aiutando, interagendo, e fornendo supporto ad altri membri del forum.

Essere un ambasciatore per la tua attività e un esperto regionale funziona al meglio quando abbordi il processo con la mentalità di voler veramente educare e aiutare il consumatore.

Il processo di ottenere fiducia come membro deve essere fatto prima di poter costruire legami forti con potenziali clienti; altrimenti, sarai visto come troll o come qualcuno che semplicemente fa spamming all’interno della comunità.

Sei consigli per attirare più affari attraverso i forum viaggi

I viaggiatori che intendono andare in un certo posto per la prima volta, che sia per lavoro o per piacere, hanno innumerevoli domande riguardo a cosa fare, dove mangiare, e dove stare.

Maggior parte useranno Internet per la loro ricerca e molti verranno su TripAdvisor in cerca di risposte accurate e aggiornate alle loro domande. In parole semplici, i membri della comunità desiderano sentire la tua voce di esperto.

Sottostanti sono sei consigli che ti aiuteranno attirare più affari partecipando attivamente nei forum viaggi.

1.      Comincia piano

Come già menzionato, se partecipassi ad una festa con 5000 persone mai incontrate prima, solitamente non andresti in giro cercando di presentarti a tutti nei primi dieci minuti.

Per essere sicuro, entreresti nel raduno e faresti qualche conversazione spostandoti nella stanza. Similmente, in quanto un nuovo membro su un forum online, desideri che i membri della comunità si sentano a loro agio con la tua presenza mentre inizi a sviluppare la tua reputazione.

Se parteciperai nei forum viaggi di TripAdvisor per la prima volta inizia piano rispondendo a una o due domande al giorno per le prime settimane, fai incrementare il contatore dei tuoi post, e costruisci la tua competenza con una consistenza graduale.

2.      Sii sempre trasparente

Se raccogli un nucleo di saggezza da questo articolo permetti che sia la seguente affermazione: In un mondo online la fiducia è tutto.

Frequenteresti un ristorante o staresti in un albergo se non ti fidassi della reputazione dello staff e del management? Che partecipi nei forum di TripAdvisor o in un’altra comunità di viaggi, vuoi essere il più trasparente possibile con i membri.

Specificamente, se possiedi un’impresa nel settore turistico, assicurati di marchiare il tuo profilo con il nome della tua impresa, o dove possibile, includere un disclaimer nelle tue risposte che faccia sapere alle persone chi sei e cosa fai.

I partecipanti al forum apprezzeranno la tua onestà e desiderio di essere in anticipo dato che lavori per coinvolgere i membri e coltivare relazioni.

3.      Non vendere, bensì educa

Quando i viaggiatori cercano online informazioni sulla destinazione sono attenti, desiderosi, e vogliono sentire l’input più recente e affidabile da te “l’esperto”.

Fortunatamente, TripAdvisor ha già fatto per te gran parte del lavoro creando forum molto visitati concernenti gran parte delle destinazioni nel mondo. I forum viaggi forniscono uno spazio online conveniente dove è possibile interagire con i membri della comunità visto che cercano di pianificare una vacanza stupenda o un viaggio di affari di successo.

Per quanto riguarda la tua attività, se speri di avere più clienti partecipando ai forum, esiste una filosofia di Internet marketing che enfatizza l’essere di aiuto e l’insegnare piuttosto che vendere semplicemente i tuoi servizi.

Quando si costruisce fiducia e si interagisce online, facendo il possibile per educare i visitatori interessati nella tua destinazione in un modo diverso dallo spamming è esattamente la direzione in cui i tuoi sforzi dovrebbero essere canalizzati. In superficie questa metodologia sembra essere più lavoro che semplicemente postare “soggiornate nel mio albergo” o “mangiate nel mio ristorante”. Tuttavia, costruendo relazioni e sviluppando la tua reputazione essendo d’aiuto e rispondendo alle domande, potenziali clienti diventeranno veramente interessati a scoprire chi sei e di cosa si occupa la tua impresa.

Aggiungendo valore ed essere d’aiuto a lungo termine paga in termini di fedeltà da parte dei clienti.

4.      Mantieni la consistenza

La gente oggi ha più stimoli per la propria attenzione che mai, e in questo mondo iperconnesso la durata dell’attenzione sta diminuendo.

Quando consideri i forum online come mezzi per la costruzione della tua impronta social media e per connetterti con i viaggiatori, devi avere una impostazione mentale per il lungo termine e un approccio costante.

Rendi il controllo delle tue comunità online preferite un’abitudine da eseguire giornalmente e prendi nota dei momenti quando l’attività sembra essere al massimo.

Inoltre, può risultare facile permettere alla partecipazione ai forum di diventare un impegno maggiore per quanto riguarda i minuti che possono diventare ore.

Pianifica di dedicare approssimativamente dai quindici minuti a mezz’ora nelle mattinate e nei pomeriggi o serate ogni giorno al controllo dei thread e rispondere alle domande adeguatamente.

5.      Non partecipare alle battaglie flame

TripAdvisor fa un buon lavoro moderando i loro forum viaggi ma occasionalmente nelle comunità online potresti incontrare persone argomentative.

Quando vedi svilupparsi questo tipo di interazione evita di essere portato all’interno di questa situazione negativa. La migliore cosa da fare è mantenere un tono cortese, professionale, e non ostile e forse informare i moderatori del forum.

È molto meglio dedicare la propria energia e il tempo limitato ai partecipanti che sono sinceramente interessati nel tuo sapere e assistenza.

6.      Supera “l’esame” del New York Times?

Una regola d’oro che dovresti seguire con tutte le interazioni online è domandarti se ti sentiresti a tuo agio, se, per qualche ragione, qualsiasi cosa tu stessi per postare improvvisamente apparisse sulla prima pagina del New York Times.

Se puoi rispondere sì, e sei a tuo agio con ciò che hai scritto, allora le possibilità sono che superi il test. Tieni presente, qualsiasi cosa che scrivi o pubblichi online è un riflesso diretto della tua azienda e influirà la percezione del viaggiatore.

Con i consigli sovrastanti, tutto quello che serve ora è che tu ti dia da fare e diventare un membro attivo della comunità. Ricorda che utilizzando i forum viaggi per far crescere la tua attività turistica consiste nel dare, aiutare, e fornire valore reale.

NB: Questo è un articolo guest scritto da Mark Hayward, uno specialista di marketing alberghiero e turistico e scrittore freelancer.

NB2: Rivelazione – Hayward è autore di articoli per TripAdvisor e rimane il proprietario di un piccolo albergo ai Caraibi.

Fonte Articolo: Tnooz

Alberghi : brochure sempre in meno – utenti più attenti alle recensioni online

Secondo un recente studio : Le recensioni scritte da sconosciuti su siti indipendenti, come TripAdvisor, i risultati della ricerca su Google e i passa parola da  bocca a bocca  da familiari e colleghi sono ormai più influenti dei brochure, pubblicità,  recensioni dei media vecchi e dei consigli di agenzie di viaggio quando si tratta di prenotare le vacanze.

Il sondaggio che contemplava circa 1.375 consumatori ha dimostrato che  un quarto degli utenti utilizzano recensioni online scritti anche da estranei per determinare i loro piani di viaggio, rispetto al 13 per cento che usano programmi di viaggio consigliati da agenzie e solo 11 %  per cento usano riviste e giornali per gli stessi scopi.

I risultati risulta che quasi il 50 per cento dei viaggiatori over 45 sta utilizzando siti web per raccomandare o avvertire compagni di viaggio inviando una revisione delle loro esperienze di viaggio online.

E’ stato Mr. Nick Oram il direttore della media agency Total Media a  commissionare il rapporto e che ha dichiarato:

“C’è stato un calo del tradizionale brochure patinata a favore di Internet e che non è necessariamente una cosa negativa. L’opuscolo è stato lucido tradizionale costosi da produrre e l’industria del turismo ha abbracciato e-commerce come un modo di rendere il processo di prenotazione dei costi di gran lunga più efficace.”

Trovate la storia intera all’indirizzo  Telegraph.co.uk

Cresce a dismisura l’attenzione alle recensioni online da parte degli hotels.

Secondo Tripadvisor, che vanta più di 30 milioni di recensioni, meno del 4% delle recensioni negative sul loro portale riceve una risposta da parte dell’hotel. Tripadvisor afferma però che l’anno scorso si é constatato un aumento del 203% di risposte da parte degli hotels.
Armati di un account e di numerosi siti di viaggi desiderosi di dargli la parola, i clienti stanno condividendo sempre di più le loro esperienze di viaggio al fine di aiutare la comunità dei viaggiatori. Questo sta scatenando la reazione di molti hotel managers a rispondere a possibili commenti negativi al fine di non perdere potenziali clienti fornendo la loro versione della storia.
Gli hotel managers possono benissimo ignorare le recensioni online a loro rischio e pericolo, dicono alcuni analisti. Alcuni affermano che questa attività non é altro che un altro sistema per gli hotels di consolidare le proprie operazioni online, visto che quelli che tengono d’occhio e rispondono al “buzz” dei propri clienti guadagnano “punti di buona volontà” dalla comunità in un momento storico in cui ogni prenotazione conta.
Le grandi catene alberghiere hanno da sempre sollecitato i propri clienti a compilare dei questionari finalizzati al ricavo di informazioni sul loro pernottamento. Ma si sono comunque sempre appoggiati a dati numerici e statistici piuttosto che a recensioni descrittive ed ad alto contenuto emozionale.
Bjorn Hanson, professore di hospitalità all’Università di New York afferma che i managers continuano a ricevere regolarmente tabulati con i risultati dei questionari dalla loro sede, ma le recensioni online stanno via via assumendo maggiore valore come feedback per migliorare il processo di training, sistemare le operazioni del ristorante, gli orari dello staff e per aggiungere o rimuovere dei servizi forniti dall’albergo.

Hotel-Complaint-FormSecondo Tripadvisor, che vanta più di 30 milioni di recensioni, meno del 4% delle recensioni negative sul loro portale riceve una risposta da parte dell’hotel. Tripadvisor afferma però che l’anno scorso si é constatato un aumento del 203% di risposte da parte degli hotels.

Armati di un account e di numerosi siti di viaggi desiderosi di dargli la parola, i clienti stanno condividendo sempre di più le loro esperienze di viaggio al fine di aiutare la comunità dei viaggiatori. Questo sta scatenando la reazione di molti hotel managers a rispondere a possibili commenti negativi al fine di non perdere potenziali clienti fornendo la loro versione della storia.

Gli hotel managers possono benissimo ignorare le recensioni online a loro rischio e pericolo, dicono alcuni analisti. Alcuni affermano che questa attività non é altro che un altro sistema per gli hotels di consolidare le proprie operazioni online, visto che quelli che tengono d’occhio e rispondono al “buzz” dei propri clienti guadagnano “punti di buona volontà” dalla comunità in un momento storico in cui ogni prenotazione conta.

Le grandi catene alberghiere hanno da sempre sollecitato i propri clienti a compilare dei questionari finalizzati al ricavo di informazioni sul loro pernottamento. Ma si sono comunque sempre appoggiati a dati numerici e statistici piuttosto che a recensioni descrittive ed ad alto contenuto emozionale.

Bjorn Hanson, professore di hospitalità all’Università di New York afferma che i managers continuano a ricevere regolarmente tabulati con i risultati dei questionari dalla loro sede, ma le recensioni online stanno via via assumendo maggiore valore come feedback per migliorare il processo di training, sistemare le operazioni del ristorante, gli orari dello staff e per aggiungere o rimuovere dei servizi forniti dall’albergo.

Sorgente Articolo: USA Today

Tripadvisor compra Kuxun.cn e rafforza la sua presenza in Cina con DaoDao.com

DaodaoTripAdvisor compra Kuxun.cn, un motore di ricerca cinese per voli e hotel. Il più grande aggregatore online di recensioni di viaggio, cerca così di inserirsi in un mercato del turismo online in forte crescita sostenuto dall’economia robusta della Cina.

Stephen Käufer, Amministratore delegato di TripAdvisor, di proprietà di Expedia Inc., comunica a Dow Jones Newswires, che la compagnia prevede di investire oltre 50 milioni di dollari nel marcato cinese fino alla fine del 2011. L’investimento comprende l’acquisto di Kuxun, il lancio già effettuato in aprile di Tripadvisor in cinese con brand e dominio Daodao.com, e l’assunzione di più personale.

“L’economia cinese continuerà a crescere”, dice Käufer. “Il turismo é destinato a crescere ed i viaggiatori domestici si evolveranno sempre di più verso un profilo di viaggiatore leisure

Käufer si astiene dal comunicare quanto  TripAdvisor ha pagato per l’acquisto Kuxun, la sua prima acquisizione in Cina, dove risiede il più alto numero di utenti Internet del mondo.

Käufer continua rivelando che TripAdvisor andrà a raddoppiare la forza lavoro in Cina entro il prossimo anno, portando il numero impiegati a 160 i quali lavoreranno su entrambi i siti web. L’amministratore delegato aggiunge che Tripadvisor mira a raddoppiare il numero complessivo dei visitatori online per Kuxun e Daodao entro i prossimi due anni.

Secondo l’azienda, Daodao ha ricevuto 4 milioni di visitatori unici nel mese di settembre di quest’anno.

Sorgente Articolo: Dow Jones Newswires